Viaggio Nepal
Viaggio Nepal
Viaggio Nepal

Rajasthan india con nepal

Durata : 22 giorni / 21 notti
Destinazioni del tour : Delhi, Kathmandu, Varanasi, Khajuraho, Orchha, Gwalior, Agra, Jaipur, Pushkar, Udaipur, Jodhpur, Jaisalmer, Bikaner, Mandawa, Delhi.

1º giorno : Italia - Delhi
Arrivo al mattino nella capitale dell’India. Disbrigo delle formalità di ingresso e trasferimento al Hotel.
Nel pomeriggio visita della città. NEW DELHI : Questa città progettata e costruita dagli inglesi nel 1920 è una città fatta di ampi viali e spettacolari edifici governativi, verdi parchi e giardini - il palazzo del Parlamento, l’India Gate e il Palazzo del Presidente. Visita il Kutab Minar una torre commemorativa del X secolo che fu voluta dal primo conquistatore musulmano di Dheli, Qutub ud-din Aibak, ed oggi vero e proprio simbolo cittadino e la Tomba di Humayun primo grande esempio dell’architettura Moghul.

2º giorno : Delhi - Kathmandu (Volo)
Prima colazione e visita della città. LA VECCHIA DELHI: antica città murata. Si potrà visitare Red Fort, il più opulento palazzo dell’impero Mughal ; Raj Ghat, il sito commemorativo del Mahatma Gandhi ; Jama Masjid, la più grande moschea dell'India, e Chandni Chowk, il vivace e colorato mercato della parte vecchia della città.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo per Kathmandu. All’arrivo trasferimento in albergo.

3º giorno : Kathmandu
Prima colazione e visita della Durbar Square di Kathmandu, con il grande Tempio Taleju che domina tutta la città.
Vero cuore della Kathmandu vecchia, Durbar Square è un insieme disordinato di templi e santuari, con tetti scolpiti, portali e finestre. Molti edifici sono antichi, essendo sopravvissuti al grande terremoto del 1933, mentre altri sono stati completamente ricostruiti, non sempre nel loro aspetto originale.
Nel pomeriggio visita a Patan, la "città delle belle arti" e dei mestieri. Fondata nel 299 da re Veera Deva rappresenta un vero e proprio museo all'aperto, con i suoi palazzi, pagode, monasteri e santuari. Offre una lunga serie di importanti monumenti quali la Durbar Sqaure, il tempio di Kumbeshwar e quello di Mahabouddha, il monastero di Rudra Varna e lo stupa Ashoka.
Rientrati a Kathmandu le visite si concludono con il tempio di Swayambhunath. Costruito oltre 2500 anni fa ed importante centro buddista per secoli, questo stupa rappresenta la via per l’ascesa al Nirvana, rappresentato dall’ombrello posto alla sua sommità; i mille colori dei fazzoletti di preghiera appesi tutt’intorno, gli occhi del buddha dipinti su tutti e quattro i lati e le ruote della preghiera rendono questo tempio tra i più affascinanti del paese.

4º giorno : Kathmandu
Prima colazione e visita di Pashpatinath, Bodnath e Bhadgaon. Pashupati: Situato cinque chilometri a est di Kathmandu, sulla riva del fiume sacro Bagmati, il tempio di Shiva Pashupatinath, con tetto in oro e porte d’argento, è famoso per la sua magnificente architettura. L’ingresso al tempio è consentito solo agli indù tuttavia il tempio si può ammirare anche solo dall’esterno. Proseguimento del tour con la visita della stupa di Bodnath che si trova otto chilometri a est di Kathmandu. Questa colossale stupa è una delle più grandi del mondo. E 'stata costruita dal Re Lichchhavi Mana nel quinto secolo dopo Cristo su base ottagonale, con le celebri ruote per la preghiera. Infine Bhadgaon, che tradotto significa la città dei devoti, è contraddistinta da architetture medievali. La città si trova a circa 14 km. A est di Kathmandu. Ritorno in hotel. Pernottamento
Pomeriggio trasferimento di 34 km per Dhulikhel percorrendo l’autostrada che conduce fino ai confini con il Tibet per ammirare il tramonto. Ritorno in hotel. Pernottamento.

5º giorno : Kathmandu - Varanasi (Volo, IC 752 : 1410-1450 ore)
Trasferimento in aeroporto per il volo per Varanasi. All’arrivo trasferimento in albergo. Pomeriggio libera.

6º giorno : Varanasi
All'alba escursione in barca sul sacro fiume Gange costeggiando i Bathing Ghats , le gradinate di pietra dove i pellegrini e i devoti si recano a salutare il sorgere del sole con la preghiera e le abluzioni rituali. Visita dei luoghi e monumenti più significativi della città: i ghat dove, accanto alle pire, si svolgono i riti funebri; il tempio di Durga , anche denominato “Tempio del dio Scimmia”; il tempio d'oro di Vishvanath , la moschea dell'imperatore Aurangzeb e l'enorme “Nandi”, il toro sacro a Shiva. Durante le visite si percorrerà il labirinto di stradine che si snodano nel Chowk , il bazar più animato della città, famoso per i profumi e gli incensi, le sete ricamate, il rame e gli ottoni lavorati.
Pomeriggio, escursione a Sarnath , una decina di chilometri da Varanasi, uno dei luoghi più venerati del buddismo in quanto la storia narra che in questa località, nel Parco delle Gazzelle, il Budda Sakyamuni (l'illuminato), rivelò per la prima volta gli insegnamenti della conoscenza buddista.

7º giorno : Varanasi - Khajuraho (Volo, IT 331 : 1110-1155 ore)
Al termine della visita trasferimento per l’aeroporto per raggiungere Khajuraho. All’arrivo assistenza in aeroporto trasferimento in albergo.
Dopo pranzo visita della città. fondata nel 9° e 10° secolo dai governanti della dinastia Chandela, seguaci della filosofia del tantrismo nella quale l’erotismo diventa un tema centrale perché consente la sublimazione dell’uomo e della donna. Queste ultime sono considerate l'incarnazione della divina energia o "Shakti". Evidenti sono in questo caso le somiglianze al "Kama Sutra". Tra i templi da visitare ci sono: il Kandariya Mahadeo, il Chaunsat Yogini, il Chitragupta ed il Vishwanath, come alcuni altri ancora.

8º giorno : Khajuraho - Orchha (178 kms, 04-05 ore)
Prima colazione e proseguimento del viaggio alla volta di Orccha. Dopo circa 3 ore di auto, arrivo ad Orccha trasferimento in hotel e sistemazione in camere.
Pomeriggio visita di Orccha che fu capitale di uno stato feudale nel XVII secolo. Si visiteranno: il Raj Mahal, il Rai Parveen Mahal e Jahangir Mahal, edificati da vari Maharaja con uno stile che ricorda l’architettura di Rajasthan. Altri luoghi di interesse comprendeno il Tempio Ram Raja e quello di Chaturbhu.

9º giorno : Orchha - Gwalior (120 kms, 02-03 ore)
Prima colazione e proseguimento per Gwalior. Sistemazione in hotel.
Dopo pranzo visitano i monumenti storici ben conservati che conferiscono a Gwalior un fascino unico. Si visiteranno il Forte con il palazzo Man Mandir Palace e il museo all'interno del Jai Vilas Palace.

10º giorno : Gwalior - Agra (110 kms, 02 ore)
Proseguimento del viaggio alla volta di Agra. Dopo circa 3 ore di auto, arrivo ad Agra trasferimento in hotel e sistemazione in camere
Nel pomeriggio visita Il Taj Mahal è una delle sette meraviglie al mondo, un magnifico sogno in marmo che sorge nel mezzo di un lussureggiante giardino come una perla in una sorta di paesaggio immacolato. La sua bellezza trascende ogni descrizione, fatto costruire dall'Imperatore Moghul Shahjehan nel 1631 in memoria della moglie Mumtaz Mahal,morta durante il parte del 14mo figlio dopo 17 anni di matrimonio. Per erigere il monumento furono raccolte pietre preziose di ogni tipo, perle, coralli e furono chiamati da tutto il reame 20.00 tra i migliori artigiani, che impiegarono 22 anni per completare questo capolavoro. Visita al Forte Rosso, costruzione di vasta estensione che si affaccia sul fiume Yamuna, iniziata dall'Imperatore Akbar e poi ampliata dai successivi imperatori.

11º giorno : Agra - Fatehpur Sikri - Jaipur (240 kms, 05-06 ore)
Prima colazione e partenza per Jaipur (240 km: 5 ore) con sosta per la visita di Fathepur Sikri, la città fantasma più perfetta del mondo. L'imperatore Akbar, che tanto desiderava un figlio, decise di fare un pellegrinaggio a Sikri, sede del santo Salim Chisti. Dopo la nascita del figlio, Akbar fece costruire una magnifica capitale di incomparabile splendore denominata Sikri, che fu poi abbandonata per mancanza d'acqua. Ancora oggi molti, cercando di ottenere la realizzazione dei loro desideri, si recano in pellegrinaggio presso la tomba del santo , nella speranza che la grazia così come per l'imperatore, possa cadere anche su di loro.
Proseguimento per Jaipur. Fu fondata dal re astronomo Sawai Jai Singh II e costruita secondo i Shilpa Shastra, l'antico trattato indù sull'architettura e la scultura. E' famosa per i suoi edifici in arenaria rosa , sembra però che l'appellativo derivi da un episodio del 1876, quando Jaipur fu ridipinta di rosa per la visita del principe del Galles. Arrivo a Jaipur, sistemazione in hotel.

12º giorno : Jaipur
La prima visita sarà fatta al Forte Amber, a 7 miglia da Jaipur, costruito nel XVII secolo. Visita della fortezza a cui si accede, come vuole la tradizione, comodamente seduti sul dorso di pacifici elefanti bardati a festa. Quindi visita alla città vera e propria: all'Osservatorio, ricco di strumenti d'eccezionale grandezza e dove si trova il "Sancrat" (il Principe della Meridiana), uno gnomone alto 90 piedi; al Palazzo del Vento, che sorge su una delle principali strade della città, un curioso palazzo elaborato e fantasioso ma nello stesso tempo limpido esempio d'arte orientale costruito anch'esso con la "pietra del deserto"; ed infine visita al Palazzo del Maharaja risalente al 1570. Pernottamento

13º giorno : Jaipur - Pushkar (150 kms, 02-03 ore)
Partenza per il lago di Pushkar, località sacra a Brahma. Sistemazione all'hotel e Resto della giornata a disposizione. Passeggiata per le viuzze della cittadina. Visita della città: la città-tempio di Pushkar, 11 km a nord-est di Ajmer, è uno dei luoghi sacri più importanti per gli induisti. Sulla nascita della cittadina si narra che Brahma, creatore dell’universo, combattè contro un demone, Vajra Nabh e lo uccise con un bocciolo di fior di loto. I petali del fiore caddero sulla terra in tre posti diversi nei pressi di Pushkar e laddove si posarono formarono tre laghi. Brahma celebrò un rito particolare e attorno al luogo fu costruito un tempio.

14º giorno : Pushkar - Chittorgarh - Udaipur (310 kms, 07-08 ore)
Partenza per Udaipur. Lungo il percoso visita di Chittorgarh, antica capitale del Mewar. Visita delle porte della città, della torre della vittoria, del tempio Samiddheshwara e dei templi Kumbhat Shyamji e Mira Bai. Le Fortune di Chittorgarh sono legate al regno del Mewar protagonista nel XIV secolo di una tenace resistenza all'espansione islamica. La leggenda vuole che quando Chittogarh cadde finalmente in mano all'imperatore moghul Akbar la città fosse quasi completamente distrutta e nell'aria stagnasse - terribile - l'odore del jauhar, il sacrificio per cui le donne rajput "si immolavano" sul rogo piuttosto che cadere in mano nemica.
Proseguimento per Udaipur è considerata la città più romantica dell'India, chiamata anche la Venezia dell'India. Situata tra le verdeggianti Aravalli Hills nel Rajasthan meridionale, non lontano dall'arido deserto Tar, la città è famosa per i suoi laghi di un blu splendente, per la sua cornice di verdi colline e per i suoi palazzi di marmo bianco. Fondata nel 1599 dal Maharana Udai Singh, Udaipur è la tipica città cinta da mura su cui si aprono varie porte. Pernottamento.

15º giorno : Udaipur
Al mattino visita di Udaipur, il City Palace, il più grande palazzo di tutto il Rajastan, oggi trasformato in museo, dalle cui terrazze si gode un vasto panorama sul lago Pichola. Il palazzo possiede innumerevoli meraviglie e curiosità, come le venti stalle per gli elefanti, il cortile dei Pavoni, disegnati con migliaia di pezzi di vetro colorato, le abbaglianti ricchezze dell'appartamento del principe. La sponda orientale del lago è occupata dal palazzo, quella meridionale ospita un lussureggiante giardino, mentre ampie gradinate che portano alla riva sorgono su quella settentrionale. Al centro del lago sorgono due isolette, raggiungibili in barca, con le ex residenze estive dei principi, in granito e marmo bianco. Una di queste è il Lake Palace, oggi trasformato in albergo principesco che conserva un'atmosfera da "Mille e una notte. Visita del tempio Jagdish dedicato a Visnu che rappresenta uno dei migliori esempi di architettura indo-ariana e i giardini; giro intorno al lago Fatehsagar, visita di Sahelion Ki Bari, luogo di soggiorno degli amici della regina, Bhartiya Lok Kala Mandir.
In serata crociera sullo splendido lago Pichola.

16º giorno : Udaipur - Ranakpur - Jodhpur (275 kms, 06-07 ore)
Prima colazione in Hotel. Partenza per Jodhpur. Lungo il percorso si visitano gli importanti templi di Ranakpur: tempio jain inserito in una splendida e isolata valle. Come tutti gli edi.ci di questo culto ha una magni.cenza e una ricchezza di decorazione sbalorditiva, talvolta così esuberante da sembrare eccessiva. E’ uno dei più importanti capolavori dell’India del giainismo.
Proseguimento per Jodhpur - Capitale del regno indipendente di Marwar, nemmeno Akbar il grande seppe conquistarla. Nei suoi palazzi e nei suoi cortile si esprime forse il momento più importante dell’arte guerriera ed epica dei clan rajput. Il suo castello, un’impressionente manifestazione di forza e di architettura militare, appare ·n da lontano come un faro, uno scoglio in un immenso mare sabbioso. E’ forse uno dei luoghi più emozionanti di tutto il Rajastan.

17º giorno : Jodhpur - Jaisalmer (333 kms, 05-06 ore)
Mattina una visita i maestosi palazzo finemente decorati e noti per le grate di arenaria rossa, gli aggraziati mausolei e i templi. Il paesaggio desertico e il forte, visti contro i raggi del sole al tramonto, offrono uno spettacolo indimenticabile e, nella luce diffusa, il forte appare quanto mai maestoso e terribile. Durante la visita sarà possibile ammirare Jaswant Thada, un meraviglioso monumento sepolcrale in marmo bianco costruito per comperare gli atti di coraggio e generosità dei regnanti del XIX secolo.
Pomeriggio, partenza per Jaisalmer, edificata alle soglie del deserto del Thar, arrivo e sistemazione in Hotel.

18º giorno : Jaisalmer
Mattino, dopo la prima colazione, dedicata alla visita della città: stupendi templi Jainisti finemente cesellati, le haveli, case dei ricchi mercanti in arenaria rosa squisitamente scolpite tra le quali le più importanti sono: Patwon ki Haveli, Nathmalji ki Haveli e Salim ki Haveli; il forte che si erge maestoso sul colle di Tricutta e il lago artificiale.
Nel pomeriggio escursione a dorso di cammello alle Sam Dunes.

19º giorno : Jaisalmer - Bikaner (333 kms, 05-06 ore)
Prima colazione in Hotel. Partenza per Bikaner nel cuore del deserto del Thar, stato rajput al confine tra il Panjab e il Rajastan, fu fondata nel 1488 e fu un importante centro culturale dal XVI al XIX secolo.
Pomeriggio, visita del forte di Bikaner (Junagarh). Costruito in arenaria color ocra tra il 1588 al 1593 da Rajah Raj Singh, un generale di Akbar. All’interno palazzi dagli straordinari intarsi in pietra. Impressionante la cinta muraria, la cittadella e la città vecchia. Nei dintorni - a Devi Kund - la splendida necropoli dei maharajah di Bikaner.

20º giorno : Bikaner - Mandawa (190 kms, 04-05 ore)
Mattino, excusione al tempio di Karni Mata, Deshnoke (il tempio dei topi), vecchio di 600 anni, è dedicato a Karni Mata, una famosa mistica creduta una reincarnazione della divinità Durga. In questo posto i topi sono considerati sacri perché si crede che le anime dei devoti di Karni Mata sono trasmigrate in questi animaletti e quindi sono da proteggere e nutrire. La grande porta d’ingresso, in argento, è stata donata dal Maharaja Ganga Singh. (si trova a una cinquantina di km fuori da Bikaner).
Pomeriggio, partenza per Mandawa . Viaggio ai confini dello Shekhawati, crocevia di importanti vie carovaniere, abitato sin dal ‘600 dai mercanti Marwari, i quali, tra il XVII e l’inizio del XX secolo, al culmine della loro ricchezza, trasformarono una regione semidesertica in una galleria d’arte a cielo aperto. Qui tutto parla di un passato, nemmeno tanto lontano, opulente e sfarzoso, oggi decadente, ma non per questo meno affascinante. Arrivo a Mandawa e sistemazione in Hotel.

21º giorno : Mandawa - Delhi (300 kms, 06-07 ore)
Mattina, visita di alcune “haveli”, le dimore dei ricchi mercanti, decorate nello stile tipico dello Shekhawati (il giardino di Shekha)
Nel pomeriggio partenza per Delhi. Arrivo a Delhi, sistemazione in hotel.

22º giorno : Delhi - Italia
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per l’Italia.